Indonesia, il biglietto del bus si paga con bottiglie di plastica


“VA BENE se pago con dieci bicchieri di plastica?”. “Certo, ecco a lei il suo biglietto dell’autobus”. Conversazioni immaginarie? No, reali, almeno a Surabaya, Indonesia, dove l’amministrazione locale ha lanciato un innovativo e intelligente servizio per cercare di combattere l’inquinamento da plastica: il biglietto del bus può essere acquistato “pagando” con la consegna di plastica recuperata. 

 

Inaugurato qualche mese fa, il servizio sta funzionando davvero sui mezzi “Suroboyobus”. Un biglietto valido due ore per girare nella seconda più grande città indonesiana lo si acquista consegnando 10 bicchieri monouso in plastica oppure 5 grandi bottiglie. L’idea è quella di contribuire a una doppia battaglia: contro il degrado da plastica e quello da mezzo inquinanti. L’ Indonesia, che produce 187 milioni di tonnellate di rifiuti in plastica ogni anno, è considerato il secondo più grande Paese inquinatore degli oceani marini dopo la Cina. Al contempo nella città di Surabaya c’è un problema: i mezzi privati che circolano sulle strade sono oltre il 75% e il sindaco sta facendo una campagna per arrivare a 50% privati e 50% pubblici. Così, per incentivare l’uso del bus, il biglietto lo si paga ripulendo la città e riciclando. 

L’obiettivo ambizioso è di liberarsi dai rifiuti di plastica entro il 2020. “I rifiuti, come le bottiglie di plastica, si accumulano nel mio quartiere, quindi le ho portate qui in modo che l’ambiente non sia solo più pulito ma anche per facilitare il carico di lavoro dei netturbini” racconta alla Reuters una residente di Surabaya, Linda Rahmawati, alla fermata dei bus. 

 

Secondo i dati del comune il sistema autobus può aiutare a raccogliere fino a 250 kg di plastica al giorno, circa 7,5 tonnellate al mese. Come accade per il riciclo in Italia, le bottiglie recuperate, una volta rimosse etichette e tappi, vengono vendute all’asta alle aziende di riciclaggio che le trasformeranno. I soldi guadagnati dall’asta serviranno a gestire il servizio bus e finanziare gli spazi verdi nella città.

 

“L’Indonesia è uno dei maggiori produttori al mondo di rifiuti di plastica e attraverso questa iniziativa speriamo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’ambiente, in particolare sulle questioni legate alla spazzatura di plastica” ha dichiarato Irvan Wahyu Drajad, responsabile del dipartimento trasporti di Surabaya mentre alla fermata, ordinatamente, bimbi e signore raggiungono l’autobus con le bottiglie in mano.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi