Infezione durante intervento, risarcito – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 28 NOV – Per un’infezione contratta in un
intervento dopo una frattura scomposta di tibia e perone,
durante una partita di calcio, un bergamasco di 43 anni si è
visto riconoscere dal giudice del Tribunale orobico un
risarcimento di oltre 60mila euro a titolo di danno patrimoniale
e non patrimoniale che sarà corrisposto della Casa di Cura
Humanitas Gavazzeni. La struttura, secondo i consulenti del
giudice (nella causa l’uomo era assistito dall’avvocato Giuseppe
Badolato) è responsabile del fatto che l’uomo aveva contratto
“un’infezione da stafilococco aureo” in occasione
dell’intervento. Infezione affrontata poi in malo modo e
tardivamente. L’incidente era accaduto il 17 marzo del 2010 e
l’uomo, che aveva 35 anni, era stato sottoposto a un intervento
di riduzione e osteosintesi. Poiché le condizioni erano
peggiorate, fu portato agli Ospedali Riuniti di Bergamo dove gli
fu diagnosticata “un’infezione cronica da stafilococco aureo in
sede di recente frattura biossea ed osteosintesi”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi