Inquinamento dell’Acna diventa film – Cinema


(ANSA) – TORINO, 22 NOV – La lunga storia dell’inquinamento
causato dall’Acna di Cengio (Savona), delle morti ad esso
connesse e delle mobilitazioni dei cittadini, arriva al 36/o
Torino Film Festival. Il 24 novembre al Cinema Massimo viene
proiettato infatti il documentario ‘Bormida’ di Alberto Momo e
Laura Cantarella, due studenti del Politecnico di Torino che dal
2013 si sono messi a lavorare intorno al progetto sostenuto da
Compagnia San Paolo, Fondazioni Crc e Crt e Regione Piemonte.
   
Il film, musicato da Alessandro Sciaraffa e dedicato a
Marina Garbarino, la presidente dell’associazione ‘Valle Bormida
pulita’, morta a 56 anni nel 2016, ripercorre l’intera vicenda
Acna raccontando storie dei residenti.
   
“Un modo per non dimenticare questa pagina di storia – dicono
Momo e Cantarella – spalmata su un’area di 1.550 Kmq, abitata da
206.000 persone a cavallo tra Liguria e Piemonte, dichiarata nel
1987 dal Consiglio dei ministri, zona ad alto rischio di crisi
ambientale”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi