Inter, parla l’agente di Lautaro Martinez: “Lasciarlo in panchina è complicato”


MILANO – La querelle legata a Lautaro Martinez relativa ai pochi minuti giocati con la maglia dell’Inter prosegue. Dopo le parole via Twitter scritte dal padre dell’attaccante contro Luciano Spalletti (“Continua così, che la buona sorte prima o poi finisce”), alle quali il tecnico dell’Inter ha replicato (“Danneggia il figlio e la squadra. Un top player sa gestire sé stesso e chi gli sta intorno”), è il turno dell’agente del calciatore. I toni sono pacati, ma il concetto è forte. “Lautaro è un ragazzo con una personalità incredibile”, spiega Beto Yaqué, uno dei procuratori dell’argentino a Radio Sur.

“E’ un tema problematico – puntualizza l’agente – quello dei pochi minuti in campo. Per fortuna ha giocato la settimana scorsa e ha segnato. Dico che è difficile per un calciatore giocare come ha fatto lui dopo tanto tempo fuori. Avere uno come Lautaro e tenerlo in panchina sapendo che il centravanti è il capocannoniere del campionato è complicato. Un calciatore vuole sempre giocare, soprattutto se ha le qualità”. Yaqué chiude cercando di calmierare i toni e le parole: “Ora sta gestendo meglio la questione, sta cercando di far passare la tormenta”.

INTER, OCCHI PUNTATI SU MERE’ – In attesa che la faccenda si raffreddi, l’Inter ha già la testa alla sfida di venerdì sera contro la Juventus a Torino. Ma, in vista della riapertura del mercato di gennaio lavora senza tregua per trovare i tasselli giusti da regalare a Spalletti per rinforzare ulteriormente la rosa. Secondo lo spagnolo ‘El Desmarque’ i nerazzurri starebbero seguendo da molto vicino Jorge Meré, difensore centrale del Colonia, per il quale la scorsa estate la Sampdoria fece un’offerta di otto milioni, prontamente rifiutata dalla società tedesca. Sempre secondo il sito di informazione, sul calciatore spagnolo in scadenza nel 2022, non ci sarebbe solo l’Inter, ma anche diversi club di Budesliga.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi