Juve, un punto per lo scudetto d’inverno. Inghilterra e Spagna, corsa aperta


ROMA – Tre turni e il titolo d’inverno in vetrina, in poco più di una settimana. La Serie A carica le ultime riserve dal serbatoio, 270 minuti e poco più tra i preparativi per Natale e Capodanno, prima della sosta invernale, con il campo che lascerà spazio alle liturgie del calciomercato. Anche se in verità l’assegnazione del titolo invernale è quasi una formalità, la Juventus della stagione in corso non lascia spazio ai dubbi: a quota 46 punti (su 48 disponibili), per virare al primo posto serve davvero poco, un punto in tre gare (sabato sera all’Allianz Stadium con la Roma, poi trasferta a Bergamo e ultima d’andata in casa con la Sampdoria), mentre il Napoli (otto punti di distacco e lo scontro diretto perso a Torino), unico ostacolo nei paraggi per Allegri, è atteso, dopo il match del San Paolo con la Spal, dalla sfida di Santo Stefano al Meazza contro l’Inter, prima della chiusura casalinga con il Bologna. Insomma, Ronaldo e compagni sono vicini al 30esimo passaggio per primi alla fine del girone d’andata, con la speciale classifica che vede poi Inter e Milan a quota 17, poi Roma a sei e il Napoli a cinque, assieme a Bologna e Fiorentina. Per un dispotismo che trova pochi eguali nell’Europa che conta: in Francia il titolo d’inverno del Psg è già coperto da due dita di polvere, al sicuro da settimane, in Bundesliga è andato al Borussia Dortmund, in Premier League c’è contesa aperta tra Liverpool e Manchester City, nella Liga il margine del Barcellona su Siviglia e Atletico Madrid (tre punti) non consente a Messi di alzare in anticipo le mani dal manubrio.
 
IL NAPOLI, UNICO ARGINE ALLA MONARCHIA BIANCONERA – Nelle ultime tre stagioni la squadra napoletana è stata per due volte campione d’inverno, senza poi arrivare in vetta in primavera inoltrata. Nel 2015/2016 con Sarri gli azzurri si piazzarono in testa a 41 punti, due lunghezze di vantaggio sulla Juventus e l’Inter di Mancini. E poi nella passata stagione, con un ritmo decisamente superiore, 48 punti, contro i 44 dei torinesi, poi di nuovo campioni di Italia. Ovvero, gli unici casi che sfuggono alla regola: negli ultimi 14 tornei, 12 successi per chi comandava al termine dell’andata. In generale, negli 85 precedenti di A, chi inizia il ritorno davanti a tutte poi si cuce il tricolore sulla maglia nel 68,2% dei casi (58 volte). Ma se la Juve dovesse rallentare, anche vistosamente, non ci sarebbe il problema della qualificazione alla prossima Champions League, solo in un’occasione, 1935/1936, la squadra prima al giro di boa poi è finita fuori dalle prime quattro. E i bianconeri al momento vantano 21 punti sulla Lazio, quinta in classifica.
 
DAI VIOLA DEL TRAP ALL’INTER DI CUPER, PRIME D’ANDATA, INDIETRO A MAGGIO –  Venti anni fa la Serie A era ancora un microcosmo di calciatori in grado di riscrivere la sceneggiatura del torneo. E in cinque occasioni, dal 1998 al 2003, i campioni d’inverno vennero sorpassati sul rettilineo dell’ultimo chilometro. Per esempio, andò male alla Fiorentina di Trapattoni e del tridente Batistuta-Edmundo-Oliveira, ispirati da Rui Costa: Batigol, furia da gol ma poi infortunato, Edmundo al Carnevale di Rio quando il Trap aveva bisogno di reti e giocate e il Milan di Zaccheroni poi vincitore dello scudetto. E altro caso fu la Juve allenata da Ancelotti (1999-2000) con titolo sfilato in volata dalla Lazio di Eriksson, complice la pioggia di Perugia, mai dimenticata dal tifo bianconero. Eppoi l’Inter di Cuper, di Ronaldo e Vieri, coppia meraviglia ma spesso ai box, che non impedì alla Juventus di vincere allo sprint, il 5 maggio 2002, data mai sparita dalla scatola nera dei tifosi nerazzurri.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi