Juventus-Empoli 1-0, Kean entra e decide



TORINO – Moise Kean ha diradato la noia e spento i fischi, consegnando alla Juventus una vittoria che terrà nascosto il gioco indicibile dei bianconeri. Avevano tutti la testa da un’altra parte e ben poca voglia di darci dentro, tranne il ragazzo del 2000 che è entrato (tra le ovazioni) nel secondo tempo e nel giro di 155 secondi ha risolto la faccenda con una volée di destro in piena area, sfruttando una sponda di Mandzukic (e un bel buco della banda Maietta-Dell’Orco) e segnando la sua terza rete in tra partite, dopo le due in azzurro.

Non ci sarebbe nient’altro da aggiungere, visto che alla totale inutilità della partita ha contribuito attivamente anche l’Empoli, che è sembrata una squadra in gita e non una formazione sull’orlo della disperazione. Chiunque avrebbe preso dei punti a questa Juve aliena, chiunque tranne quest’Empoli bellino e sdentato, senza un minimo di senso del combattimento: sarebbe bastato alzare un poco il livello agonistico per fare risultato, invece i toscani nel primo tempo si sono adagiati sullo stracco tran tran bianconero, limitandosi a uno sterile possesso palla, e nella ripresa si sono lasciati sballottare dai radi sussulti juventini, evidentemente provocati dalla strigliata di Allegri, che nell’intervallo ha anche cambiato modulo, passando al 3-5-2 in stile Champions, con Emre Can in difesa.

Dopotutto, il principale motivo di interesse che questa partita aveva da offrire è sparito già nella fase di riscaldamento, quando Dybala ha avvertito una fitta al polpaccio ed è andato ad accomodarsi direttamente in tribuna, cedendo il posto a Bentancur. La Joya era uno dei pochi ad aver bisogno di dimostrare qualcosa. Di sicuro, gli altri se la sono presa molto molto comoda, concedendosi una partita di una mollezza inaudita che al 23′, dopo un tiro di Krunic sibilato a pochi centimetri dal palo destro di Szczesny, ha scatenato i fischi nitidi dello stadio tutto. Dopo otto scudetti di fila, meno di mezzora è bastata per spazientire un pubblico abituato senz’altro troppo bene, ma è anche vero che chi spende 75 euro per vedere Juve-Empoli (era quello, oggi, il costo medio di un biglietto) ha logicamente delle aspettative, in merito allo spettacolo per il quale si è svenato.

Per tutto il primo tempo la Juve, schierata con un modulo disordinato che poteva indifferentemente essere 4-2-3-1, 4-4-2 o 4-3-2-1 (forse non lo sapevano neppure loro) è andata al tiro solamente con Mandzukic (colpo di testa respinto da Dragowski al 31′), mentre l’Empoli si è di nuovo reso pericoloso con Krunic al 33′ nonostante la totale assenza di spirito agnostico. Nella ripresa la Juve ha accelerato un po’. Allegri ha chiesto di pressare i difensori empolesi, che difatti sono andati in tilt in fase di impostazione, e tra Bernardeschi e Cancelo le acque sono state lievemente agitate. Il pubblico si è scaldato per l’ingresso dei nuovi idoli popolari, prima Spinazzola (Alex Sandro è stato invece fischiatissimo) e poi soprattutto Kean, che ha chiuso un’azione cominciata con un lancio profondo di Chiellini, il migliore dei bianconeri. L’Empoli non ha reagito, un’uscita bassa di Dragowski ha negato la doppietta a Kean e la Juve ha accumulato la venticinquesima vittoria in campionato. Con questo risultato, è giù ufficialmente qualificata per la prossima Champions League, la prima a farlo nell’Europa intera. E questo dà l’idea della competitività della serie A, dove c’è una squadra che vince le partite giocando comodamente con le mani in tasca.

Juventus-Empoli 1-0
Juventus
(4-2-3-1): Szczesny, Cancelo, Rugani, Chiellini, Alex Sandro (16′ st Spinazzola), Emre Can, Pjanic, Bentancur, Bernardeschi (39′ st Caceres), Matuidi (24′ st Kean), Mandzukic. (21 Pinsoglio, 22 Perin, 2 De Sciglio, 19 Bonucci, 41 Nicolussi). All.: Allegri.
Empoli (3-5-2): Dragowski, Veseli, Maietta (35′ Pasqual), Dell’Orco, Traore, Bennacer, Krunic (35′ st Acquah), Di Lorenzo, Pajac (35′ st Ucan), Farias, Caputo. (1 Provedel, 21 Perucchini, 4 Brighi, 13 Antonelli, 28 Capezzi, 37 Oberlin, 43 Nikolaou). All.: Andreazzoli.
Arbitro: La Penna.
Reti: nel st 27′ Kean
Angoli: 5 a 4 per la Juventus.
Recupero: 0′ e 4′.
Ammoniti: nessuno.
Var: 0.
Spettatori: 39.290 (Presenti: 17.679. Abbonati: 21.210.
Ospiti: 401). Incasso 2.635.832,00 euro.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi