‘La ligne de vie’, Magritte a Lugano – Arte


(ANSA) – MILANO, 20 DIC – Una mostra su Magritte dal taglio
intimo e profondo, quella visitabile ancora per pochi giorni,
fino al 6 gennaio prossimo, al Masi-Lac di Lugano, il grande
polo museale della città elvetica, raggiungibile in un’ora di
treno da Milano. Un’incursione nella sua vita creativa, ma anche
giocosa, passata a riflettere sulla realtà ma coinvolgendo amici
e famigliari in un connubio di genio e semplicità,
sperimentazione e confronto con i diffidenti suoi colleghi
contemporanei.
Una settantina di opere del geniale maestro belga, uno dei
pittori più amati dal grande pubblico, per un allestimento che
prende spunto dalla “fondamentale” conferenza tenuta
dall’artista nel 1938 al Musée Royal des beaux-arts di Anversa,
dove Magritte illustrò l’evoluzione della propria poetica e le
tecniche che sceglieva per rendere gli oggetti “grandiosi e
sconvolgenti”. Un’occasione per visitare il capoluogo ticinese,
ricco di arte diffusa e di gallerie, senza dimenticare i
numerosi edifici dell’architetto svizzero Mario Botta.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi