La lunga notte della protezione umanitaria: così l’Italia chiude le porte a richiedenti e rifugiati


ROMA – L’Italia da tempo non è più un Paese per rifugiati. Si sa. Ma negli ultimi mesi ottenere una qualche forma di protezione per chi scappa da guerre o persecuzioni è diventata una missione quasi impossibile: oggi solo il 18% di chi presenta domanda ce la fa. Un anno fa era il 48%. Non solo. In un anno il numero complessivo dei richiedenti si è più che dimezzato. È la lunga notte dell’asilo, frutto in gran parte dei decreti sicurezza che hanno cancellato la protezione umanitaria.

Un passo indietro. Il permesso di soggiorno per motivi umanitari, forma residuale di protezione per quanti non hanno diritto allo status di rifugiato, né alla protezione sussidiaria, ha fatto per anni la parte del leone: nel 2017 su 130mila richiedenti asilo, il 58% ha visto rifiutarsi la domanda, l’8% ha ottenuto lo status di rifugiato, l’8% la sussidiaria e ben il 25% quella umanitaria. Il 5 ottobre 2018 è entrato in vigore il primo decreto sicurezza che tra l’altro abolisce proprio il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Da quel momento le commissioni per l’asilo hanno cominciato a stringere sulle concessioni, di fatto azzerandole. E così, stando agli ultimi dati pubblicati dal Viminale, a giugno scorso ben l’82% di chi ha presentato domanda d’asilo si è visto rifiutare ogni forma di protezione dal nostro Paese. Un record. Ma non è tutto.

Sempre meno rifugiati. A crollare sono anche le domande d’asilo in sé. In seguito alla politica dei porti chiusi e della guerra alle Ong del Mediterraneo, sempre meno sono i richiedenti asilo nel nostro Paese. I dati del ministero dell’Interno stanno lì a dimostrarlo: dal primo agosto 2017 al 31 luglio 2018 le richieste d’asilo sono state 82.382, mentre dal primo agosto 2018 al 31 luglio 2019 sono state solo 36.250. Tradotto: in un anno il numero di chi ha chiesto protezione nel nostro Paese si è più che dimezzato (- 56%).
 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi