La Nasa si affida a Elon Musk per proteggere la Terra dagli asteroidi: commessa da 69 milioni di dollari


Space X, il braccio spaziale di Elon Musk, si è aggiudicata una commessa da 69 milioni di dollari della Nasa nell’ambito del progetto Dart (Double Asteroid Redirection Test, ovvero test di reindirizzamento di un asteroide doppio) il cui scopo è quello di cambiare l’orbita di un asteroide lanciandogli contro una sonda.

L’obiettivo è quello di proteggere la Terra da un possibile impatto con un asteroide. La Nasa intende avvalersi del razzo Falcon 9 di Space X. “La navicella Dart creerà un impatto cinetico schiantandosi deliberatamente contro l’asteroide a una velocità di circa 6 chilometri al secondo con l’aiuto di una telecamera a bordo e di un sofisticato software di navigazione autonoma”, spiega la Nasa sul suo sito.

“La collisione modificherà la velocità dell’asteroide nella sua orbita di una frazione dell’1%, sufficiente per poter essere misurata da un telescopio sulla Terra”, si precisa. La parola ‘dart’ in inglese significa proiettile ed è questo il senso della missione con la sonda che sarà sparata. Space X, fondata da Musk nel 2002 e valutata 30 miliardi di dollari, ha diversi contratti miliardari con l’agenzia spaziale Usa ma all’inizio dell’anno ha licenziato il 10% della sua forza lavoro.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi