La Soyuz col robot cosmonauta ai comandi fallisce l’attracco alla Iss


MOSCA – Non ce l’ha fatta. La navetta russa Soyuz MS-14 priva di equipaggio, con a bordo il robot-cosmonauta ‘Fyodor’ ai comandi, ha fallito l’attracco automatico alla Stazione spaziale internazionale (Iss), all’orario previsto. Lo riporta Ria Novosti, citando l’agenzia spaziale russa Roscosmos. La Soyuz era partita il 22 agosto dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. L’aggancio automatico alla Iss era previsto alle 7:30 (ora italiana).

La trasmissione live dell’operazione è stata interrotta quando la navetta era a circa 100 metri dalla Iss. Secondo le fonti citate da Ria Novosti, si sarebbe verificato un malfunzionamento del sistema di attracco. Ora la Soyuz si trova a una distanza di sicurezza dalla Iss e si sta cercando di capire se si può tentare un nuovo aggancio.
 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi