L’anima gemella? L’idea frati S. Antonio – Cronaca


(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 19 GIU – Si chiama
“Sant’Antonio casamenteiro” ed è un evento particolare quello
che viene proposto dai frati, sabato 22 giugno, in Basilica del
Santo, a Padova, nell’ambito del Giugno Antoniano. Prende spunto
da una forma di devozione popolare diffusa in Portogallo, terra
natale di sant’Antonio, e nei Paesi dell’America Latina, in cui
il Santo è invocato per trovare marito o moglie, ovvero per
“accasarsi”, da cui l’appellativo di “casamenteiro”. Ci sarà un
momento spirituale, con una messa e la preghiera del “Si quaeris
miracula” (“Se cerchi miracoli”), ma anche una vera e propria
festa “come occasione di incontro, amicizia e confronto per chi,
per svariati motivi, si ritrova ad affrontare da solo l’età
adulta”, spiegano gli organizzatori. Per questo l’evento è
rivolto a “persone single”, si precisa nell’annuncio che arriva
da ‘santantonio.org’, della fascia d’età 20-50 anni. Su
Sant’Antonio ‘casamenteiro’, anche Papa Francesco raccontò un
aneddoto, oltre un anno fa, che ancora spopola sul web.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi