Luchini, un uomo da ricostruire – Cinema


(ANSA) – ROMA, 21 FEB – Non poteva che essere un
affabulatore, maestro e amante della parola come Fabrice
Luchini, a incarnare un uomo che le parole, dopo un ictus, si
trova a perderle, confonderle, cercarle, riscoprirle. E’ il
protagonista di Parlami di te, la dramedy di Hervé Mimran, in
parte ispirata alla vera storia di Christian Streiff, ex
amministratore delegato del gruppo PSA Peugeot Citroen, che dopo
aver tentato di nascondere nel 2008 per mesi le reali
conseguenze dell’ictus di cui era stato vittima, è stato
licenziato in tronco e ha imparato a ricostruire la sua capacità
di parlare e la sua vita su basi diverse.
   
Il film, che traccia con delicatezza e ironia la storia di
una rinascita fisica e emotiva, ha fra gli interpreti anche la
sempre intensa Leila Bekhti e la talentuosa Rebecca Marder,
23enne componente della Comédie Francaise. Dopo aver debuttato
in autunno a France Odeon (Festival del cinema francese a
Firenze) dove ha vinto il premio del pubblico, arriva nelle sale
italiane il 21 febbraio con Bim.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi