Maltempo: allarme nubifragi, allerta rossa su Veneto e Friuli – Cronaca


Sono in arrivo giorni di forte maltempo, con nubifragi e venti anche a 100 chilometri orari, che domani raggiungerà il suo apice. Al Nord e nelle regioni tirreniche le piogge potranno generare situazioni critiche. La Protezione Civile ha emesso un’allerta rossa per rischio idrogeologico sui bacini del Piave in Veneto e su buona parte del Friuli. Nel Bellunese scuole chiuse domani.

Continua a piovere molto forte a Milano e in gran parte della Lombardia e la Regione ha emesso ieri un bollettino di allerta meteo arancione (moderata criticità) per rischio idraulico su area milanese. Sotto osservazione i fiumi milanesi Lambro e Seveso, i cui livelli sono aumentati ma sono sotto controllo. Numerosi incidenti con feriti lievi si sono verificati sulle strade e i Vigili del Fuoco hanno ricevuto diverse richieste di intervento con allagamenti anche nella provincia di Varese. Continua a nevicare in Valtellina e Valchiavenna sopra i 1500 metri, con pioggia battente sul fondovalle. Resta ancora chiusa la statale 38 dello Stelvio nel tratto fra Bormio (Sondrio) e il passo dello Stelvio. Avrebbe dovuto riaprire oggi alle 8, ma le precipitazioni nevose sono proseguite con forte intensità nella notte e ora il manto bianco, dai 40 centimetri di ieri sera, ha raggiunto l’altezza di un metro e 20 centimetri.

Piogge a tratti intense soprattutto nelle zone montane, pedemontane e sulla pianura settentrionale, ma finora senza conseguenze gravi per il territorio, sono i primi effetti del passaggio della prevista perturbazione sul Veneto dalla scorsa notte. Si è trattato – comunica la Protezione civile regionale – di precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio e locale temporale. In alcuni casi i fenomeni sono risultati di forte intensità, in particolare tra le ore 1.00 e le ore 2.00 a Col di Pra’ (circa 19 mm) e a Sappada (17 mm). I quantitativi dalla mezzanotte sono compresi mediamente tra 1-10 mm sulla pianura settentrionale, 15-30 sulla fascia pedemontana, con massimi intorno ai 40 mm nel Trevigiano (Follina) e oltre i 40 sulle zone montane, con massimo di circa 203 mm nel bellunese registrati dalla stazione di Soffranco, seguiti dai circa 171 mm registrati a Col di Prà e 138 a Sappada. Altri accumuli significativi si sono registrati sulle Prealpi vicentine con massimo di circa 144 mm a Passo Xomo (Posina) e 135 mm a Rifugio La Guardia (Recoaro). Attualmente persistono piogge e temporali sulle zone montane, in particolare sulle Prealpi, e sulle zone pedemontane, in particolare su quelle vicentine e trevigiane; precipitazioni sparse, a tratti diffuse, sulla pianura vicentina e veronese.

Dissesti idrogeologici si stanno registrando in queste ore in Friuli, nei comuni di Ovaro, Forni Avoltri e Sauris, a causa delle forti piogge. Alla centrale operativa della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, sono giunte anche segnalazioni di caduta alberi a Tramonti di Sotto (Pordenone) e Moggio Udinese (Udine), per il forte vento. A causa dell’ondata di maltempo prevista per queste ore sulla regione, ieri la Protezione civile del Fvg aveva diramato un’allerta meteo rossa fino a martedì per rischio idrogeologico.

Diversi interventi sono stati compiuti dai vigili del fuoco in gran parte dell’Umbria per i danni provocati dal maltempo delle ultime ore. Non vengono comunque segnalati problemi per le persone. A creare i danni è stato soprattutto il vento. Le squadre dei vigili del fuoco sono intervenute in provincia di Perugia per rami e piante cadute sulle strade in numerose località, così come le tegole di qualche edificio. A Terni una pianta si è abbattuta su un muro di recinzione della Polimer, abbattendone un tratto. Anche in questo caso nessuna persona coinvolta.




https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi