Marsiglia-Lazio 1-3: biancocelesti verso i sedicesimi di finale



MARSIGLIA – In un clima teso e ostile con vigilia caratterizzata da scontri tra tifosi e pure da una sassaiola al pullman biancoceleste, una grande Lazio si impone a Marsiglia per 3 a 1 compiendo un decisivo passo verso i sedicesimi di finale di Europa League. Sono infatti 6 adesso i punti in una classifica del gruppo H che comanda il Francoforte a punteggio pieno. Marsiglia e Apollon fermi a quota 1. Nel primo tempo segna Wallace, quindi nella ripresa raddoppia Caicedo. Payet su punizione rimette per un attimo il match in discussione fino alla perla finale di Marusic che permette a Inzaghi di battere l’ex romanista Garcia.

WALLACE SVETTA DI TESTA – Il Marsiglia si schiera con un 4-2-3-1 con Mitroglou punta unica supportato da Sanson, Payet e Ocampos. In mezzo al campo Strootman e Luiz Gustavo. Sakai e Amavi esterni con Kamara e Rami al centro della difesa. Simone Inzaghi risponde col 3-5-2 con Immobile e Caicedo in attacco. Caceres e Lulic esterni con Leiva, Milinkovic e Parolo a centrocampo. Difesa a tre con Wallace, Acerbi e Radu. Dopo una prima fase di lungo studio, alla prima occasione la Lazio passa: angolo di Leiva, Mandanda esce male e Wallace di testa lo punisce. I francesi nemmeno reagiscono anche perché la Lazio gioca bene e concede davvero poco. Chance per il 2-0 al 18’ quando una grande giocata di Immobile pesca Caceres in area sul secondo palo ma l’esterno in spaccata manda sul fondo.

CHANCE PER IL RADDOPPIO – Ancora Lazio che al 21’ ha due occasioni per il raddoppio. Prima Caicedo perde l’attimo per concludere e Kamara rimedia in qualche modo (episodio dubbio), quindi lo stesso Caicedo smarca di tacco Immobile che con un sinistro piazzato coglie il palo. Break marsigliese con un tiro da fuori di Luiz Gustavo che Strakosha blocca. Al 27’ Acerbi mura Sanson mentre Mitroglou conclude malissimo sul fondo. Brividi un minuto dopo quando Sanson sembra trovare il jolly dalla distanza, ma il pallone termina out di nulla. Mandanda si riscatta alla mezz’ora quando alza in corner un gran tiro di Immobile. Il tempo finisce con un destro di Parolo respinto dalla difesa.

CAICEDO FA 2-0 – Inizia il secondo tempo e Lucas Leiva alza bandiera bianca per un problema fisico: entra Marusic. Il Marsiglia trova spazi sconosciuti nei primi 45’ e ci prova ma Sanson calcia alle stelle da ottima posizione e Luiz Gustavo conclude male in diagonale. La Lazio attende sorniona e al 14’ raddoppia: splendido assist in profondità di Immobile e Caicedo col piatto sinistro batte Mandanda. Entra in campo anche Berisha al posto di Lulic, mentre Garcia inserisce Germain e Njie al posto di Mitroglou e Sanson. Al 25’ bel tiro da fuori di Luiz Gustavo, ma Strakosha c’è.

BRIVIDO PAYET, MA MARUSIC CHIUDE I CONTI – La partita sembra finita con i marsigliesi sulle gambe e i biancocelesti in totale controllo. Ma Payet al minuto 41 si inventa una punizione a giro di destro con Strakosha stavolta in ritardo e i padroni di casa accorciano per poi buttarsi tutti in avanti alla ricerca del pari. Nasce così al 45’ una bella ripartenza della Lazio, palla a destra per Marusic che si accentra e dal limite dell’area fa partire un sinistro a giro imprendibile agli incroci per il 3-1 finale.

Marsiglia-Lazio 1-3 (0-1)
Marsiglia (4-3-2-1): Mandanda, Sakai, Rami, Kamara, Amavi (35′ st Sarr), Luiz Gustavo, Strootman, Sanson (21′ st Njie), Payet, Ocampos, Mitroglou (21′ st Germain). (16 Pelè, 15 Caleta-Car, 27 Lopez, 7 Radonjic). All.: Garcia
Lazio (3-5-2): Strakosha, Wallace, Acerbi, Radu, Caceres, Parolo, Leiva (3′ st Marusic), Milinkovic, Lulic (17′ st Berisha), Caicedo (29′ st Cataldi), Immobile. (24 Proto, 15 Bastos, 3 Luiz Felipe, 9 A.Rossi). All.: S.Inzaghi
Arbitro: Manzano (Spagna)
Reti: nel pt 10′ Wallace; nel st 14′ Caicedo, 41′ Payet, 44′ Marusic
Angoli: 8-2 per il Marsiglia
Recupero: 1′ e 4′
Ammoniti: Radu, Lulic, Sakai, Strootman, Parolo per gioco falloso; Payet per proteste.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi