Migrante arrestato per stalking a Lucca – Cronaca


(ANSA) – LUCCA, 21 NOV – La polizia ha arrestato a Lucca un
cittadino della Nuova Guinea di 29 anni, rifugiato in Italia,
per stalking e resistenza a pubblico ufficiale. Gli atti
persecutori sono stati commessi ai danni di una educatrice
conosciuta durante le attività organizzate da un centro di
accoglienza e dal quale è stato poi allontanato a causa dei suoi
atteggiamenti violenti. L’uomo si sarebbe innamorato a tal punto
che aveva deciso di sposare la giovane donna, non accettando il
rifiuto di lei, dicendole che nel suo paese di origine “l’uomo
sceglie la donna, che non può rifiutarsi”. Così, da circa un
anno la perseguitava senza usare violenza. Oggi però ha
individuato l’educatrice in un bar e l’ha stretta ad un braccio
brandendo una pietra. All’arrivo dei poliziotti il giovane
teneva in mano ancora la pietra e sono stati costretti ad
affrontarlo fisicamente per arrestarlo. Processato per
direttissima il giudice ha disposto l’obbligo di firma ed il
divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi