Millennium IV, tra Bond e supereroi – Cinema


(ANSA) – ROMA, 24 OTT – Cambiano attori, regista, scrittore e
product placement e arrivano forse anche più soldi, e si vede.
   
Così questa quarta parte della saga Millennium diventa qualcosa
tra un film di James Bond e un blockbuster con tanto di
supereroina al femminile. ‘Millennium – Quello che non uccide’
(The Girl in the Spider’s Web), questo il titolo del film
passato in concorso alla Festa di Roma e in sala dal 31 ottobre
con la Warner, ha infatti un nuovo regista, l’uruguayano Fede
Alvarez, ed è tratto dal romanzo omonimo di David Lagercrantz
che prosegue la trilogia di Millennium pubblicata postuma dopo
la scomparsa del giornalista e scrittore svedese Stieg Larsson
nel 2004.
Non solo, anche se la natura della saga non cambia la
protagonista assoluta, la super-hacker Lisbeth Salander questa
volta è Claire Foy, più conosciuta nei panni regali della regina
Elisabetta II nella serie Netflix ‘The Crown’. All’attrice
inglese, 34 anni, ora tocca vestire gli abiti dark di Lisbeth
compreso il suo sguardo privo di empatia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/cinema_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi