Molise, orsa sconfina dal territorio del Parco: investita e uccisa da un’auto pirata


Investita sulla statale 652 vicino a Rionero Sannitico (Isernia), un’orsa di circa 6 anni è morta per le gravi ferite riportate nell’impatto con il veicolo, forse un camion, che non si è fermato.

L’investimento è avvenuto fuori dai confini sudorientali del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) e anche della sua Zona di protezione Esterna (Zpe), a ridosso della Valle del Volturno. A trovare l’animale agonizzante, ai margini della Ss 17, sono stati alcuni passanti che hanno chiamato l’Ente Parco e i carabinieri Forestali. Sul posto sono arrivati veterinario e biologi del Parco e personale del Servizio veterinario della Asl di Isernia, ma l’impatto violento aveva determinato la paralisi degli arti posteriori e in pochi minuti l’orsa è morta. L’evento, si legge nella nota, “ripropone in modo drammatico il tema della conservazione di una specie a rischio estinzione proprio per l’elevato numero di fattori che possono incidere negativamente sulla sua conservazione”.

L’animale è stato trasportato nella sede del Parco a Pescasseroli e da qui sarà trasferito all’Istituto Zooprofilattico di Teramo per i necessari accertamenti necroscopici. “La perdita di una femmina rende l’episodio ancora più grave in termini generali – dichiara il vicepresidente del Parco, Augusto Barile – per il contributo che queste possono assicurare alla popolazione in relazione al ciclo riproduttivo. Gli incidenti stradali sono una delle cause di morte ricorrenti e anche per questo il Parco ha avviato uno specifico progetto chiamato LIFE Safe Crossing per sperimentare, tra l’altro, tecnologie innovative per la riduzione del rischio, basate sulla segnalazione del pericolo agli automobilisti nei momenti di presenza di fauna a bordo strada e sull’allontanamento degli animali laddove i veicoli non rispettino i limiti di velocità imposti dal sistema. Sarà così possibile proporre, anche per le aree esterne al Parco nazionale, soluzioni efficaci per una concreta riduzione del rischio di incidenti stradali con la fauna protetta, orso marsicano in particolare”.

L’orsa si era allontanato dal territorio del Parco da circa una settimana. Era stata avvistata a Rionero Sannitico dove il sindaco aveva anche emesso un’ordinanza per informare la popolazione sulle regole da osservare in caso di incontro ravvicinato. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti, oltre ai carabinieri forestali, i veterinari che, si apprende, hanno tentato, invano, di rianimare l’animale. Sull’asfalto non ci sono segni di frenata né frammenti di vetri. L’esemplare faceva parte dei 50 orsi marsicani censiti nel Pnalm, ma non era tra quelli dotati di radiocollare. I carabinieri forestali indagano per risalire all’identità del conducente che non si è fermato per segnalare immediatamente l’accaduto.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi