Morti in corsia, 30 anni a infermiera – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 3 LUG – E’ stata confermata la condanna a 30
anni in abbreviato per Laura Taroni, l’infermiera di Saronno
(Varese) accusata di avere ucciso sua madre e suo marito, tra il
2013 e il 2014. Lo ha deciso la Corte d’Assise d’Appello di
Milano. Gli omicidi, secondo l’accusa, sarebbero avvenuti in
concorso con l’ex amante e medico Leonardo Cazzaniga, il cui
processo, con al centro 12 morti in corsia, è ancora in corso a
Busto Arsizio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi