Moto, Fenati fermato dalla polizia in autostrada: litigio e denuncia


ROMA – Ancora guai per Romano Fenati, il pilota marchigiano sospeso dopo il folle gesto nel Gran Premio di Misano quando tentò in corsa di premere il freno di un rivale. Questa volta Fenati è stato protagonista non in pista, ma sull’autostrada, finendo per essere fermato dalla polizia per eccesso di velocità. Lo riferisce il Resto del Carlino, secondo cui l’episodio sarebbe accaduto nella serata di venerdì. Intorno alle 22, la pattuglia degli agenti della polizia autostradale della sottosezione di Porto San Giorgio, in servizio nel tratto dell’A14 su territorio maceratese in direzione nord, è stata sorpassata a gran velocità da una Audi Q3. A quel punto gli agenti hanno tentato di far accostare la persona al volante dell’Audi, ma ne è scaturito un inseguimento durato per diversi chilometri prima che il conducente accostasse nella piazzola di sosta. Solo al momento dei controlli e alla richiesta dei documenti, è emersa l’identità del 22enne Fenati.

Il pilota marchigiano, che viaggiava in compagnia di una ragazza, a quel punto è andato su tutte le furie ed ha iniziato ad inveire contro gli agenti, indispettito e contrariato da quanto avvenuto. Inevitabile è scattata per Fenati, oltre alla contestazione per eccesso di velocità, anche una denuncia per resistenza al pubblico ufficiale. In seguito al comportamento tenuto nei confronti del pilota rivale Stefano Manzi nel Gp di Misano dello scorso 9 settembre, il pilota marchigiano è stato squalificato fino al termine della stagione con licenza sospesa fino a febbraio. Dopo aver pensato al ritiro, Fenati tornerà alle gare nella prossima stagione disputando il mondiale di Moto3 con lo Snipers Team.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi