MotoGp, Giappone; Marquez: “Correre e fare calcoli? Non è il mio stile”



MOTEGI – “Correre e fare calcoli? Non è il mio stile”. Match-ball, però Marquez giura di non pensarci. Se domenica in Giappone chiude davanti a Dovizioso, il mondiale è suo con un mese di anticipo rispetto alla corsa finale di Valencia. Non è la prima volta che Marc può festeggiare a Motegi, sul circuito della sua Honda fatto costruire 31 anni fa dal fondatore dell’azienda di Tokio – il signor Soichiro Honda, meccanico figlio di un fabbro che un giorno collegò un motore a scoppio alla bicicletta della moglie Hachi: adesso Honda produce 18 milioni di motori l’anno -: era successo anche 2 anni fa, complice uno scivolone di Valentino. “Allora era diverso, non me l’aspettavo. Può accadere ancora, è vero: ma niente stress, niente panico. Il vantaggio su Dovizioso è ampio (77 punti), non c’è fretta: devo affrontare questa gara come tutte le altre, lavorando duro dalla prima giornata di libere. E ripensando all’anno scorso, quando pioveva forte e Andrea riuscì a passarmi all’ultimo giro. Questa volta dicono che ci sarà il sole, per fortuna”.

DOVIZIOSO: “ROVINIAMO LA FESTA A MARC” –  Dovizioso promette che farà di tutto per rovinare la domenica del campione in carica: “L’obiettivo è vincere e ritardare il più possibile i festeggiamenti di Marquez”, dice. La Ducati continua a progredire, questa è una pista sulla carta favorevole alla Rossa. “Anche in Thailandia siamo andati forte, ormai siamo competitivi su tutti i circuiti. Purtroppo, è da troppo tempo che il titolo non è il mio obiettivo: Marc ha accumulato tanto vantaggio, il suo segreto è che riesce a salire sempre sul podio, anche quando non va forte. Ma vincere questo gp sarebbe comunque una bella soddisfazione”. Ci sarà Lorenzo, accanto ad Andrea? Difficile. Il maiorchino, dopo aver rinunciato all’ultima corsa per infortunio, scuote la testa: “Le sensazioni non sono buone: il problema non è il dolore, perché ci sono farmaci che te lo fanno passare; il punto è che corro il rischio di peggiorare la situazione. Comunque sia, devo fare una prova venerdì. E poi vedremo”.

ROSSI: “PER ME È UNA BUONA PISTA” –  Valentino su questo circuito ha vinto 2 mondiali. Altri tempi. Ancora 3° in classifica nonostante una stagione senza troppi acuti (nessuna vittoria), prova comunque ad essere positivo: “Questo sarà un week-end importante, veniamo da una buona gara in Thailandia dove sono stato abbastanza veloce però mai – né io, neppure Vinales – davvero in lotta per la vittoria. C’erano delle piccole cose nuove sulla moto, siamo rimasti sorpresi: saremo competitivi anche qui in Giappone? Questa per noi è una pista buona. Metà dubbi, metà speranze”. Il Doc racconta di aver incontrato i ‘pezzi grossi’ della Yamaha nella speranza che finalmente qualcuno metta mano alla M1. “Abbiamo parlato tanto, ma con loro è sempre molto difficile capire: mi hanno detto di essere d’accordo con le mie osservazioni, ma non so se poi tutto questo si tradurrà in un vero cambiamento. Mi auguro sia arrivato il messaggio”. Anche lui pronostica un duello Marquez-Dovizioso all’ultimo giro. “Io penso che Marc proverà a chiudere qui, a casa Honda. Però anche Dovi è molto veloce: sarà una bella lotta”.

 

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non viviamo di stipendi pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi