Napoli, Ancelotti: “Champions? Se non passiamo il turno siamo dei cog….”



NAPOLI –  C’è un vademecum per giocare questa sfida, Ancelotti?
“Lo spirito e l’atteggiamento deve essere il solito. Dopo il pareggio con il Chievo abbiamo parlato di quello che c’è mancato. È fondamentale iniziare bene questa partita, che comunque secondo me sarà molto importante, ma non decisiva. Per avere speranze di passare questo girone difficilissimo, l’intensità e l’attenzione saranno di fondamentale importanza”.

Dopo lo 0-0 col Chievo, ci sono state le prime critiche.
“Non mi hannl colpito. La critica fa parte di questo lavoro. Non cambia di una virgola la mia idea su questa squadra e su questo gruppo, che resta competitivo al di là del risultato del Chievo”.

Che Stella Rossa si aspetta?
“Credo che la Stella Rossa sia stata sottovalutata, anche perché nelle ultime trasferte ha subito sconfitte pesanti. Ma ha vinto meritatamente  in casa con il Liverpool e ha mantenuto aperto il discorso qualificazione. Mi aspetto la solita Stella Rossa, molto organizzata e che proverà a sfruttare il contropiede. Noi dobbiamo attaccare bene e anche difendere con attenzione. Sono convinto che la squadra serba se la giocherà”.

Includeranno le notizie in arrivo da Parigi su Psg-Liverpool?
“Non ci dobbiamo pensare. Dobbiamo fare al meglio la nostra partita. La mia sensazione è che tutto si deciderà alla fine. Faremo qualche considerazione e qualche conto solo al 90′. Non pensiamo a cosa accadrà a Parigi”.

Può essere una partita spartiacque della sua gestione?
“L’obiettivo è passare il turno. Le prime quattro partite ci hanno posizionato bene in un gruppo difficile e ci manca la ciliegina sulla torta”.

Ha già riportato la gente allo stadio e gli ottavi non sono impossibili. Sono obiettivi importanti…
“E’ molto positivo che la gente sia tornata allo stadio. Questo aumenta il rammarico per domenica con il Chievo. Abbiamo l’opportunità di riscattarci con la Stella Rossa. Il binomio squadra-tifosi è molto importante. Credo che sia una spinta che solo questa città riesce a dare”.

Problemi nello spogliatoio al Bayern. Che ne pensa?
“Credo ci siano gli stessi problemi che ho vissuto io. Sono sempre dalla parte degli allenatori. Per me non è stato facile, a monaco: mi auguro lo sia per Kovac”.

In cosa deve cambiare il Napoli rispetto domenica?
“Dobbiamo cominciarlo bene e andare noi incontro alla partita. Domani non si ripeterà questo passaggio a vuoto. Affronteremo la gara come vogliamo noi”.

Che partita sarà rispetto a quelle con Liverpool e Psg?
“Non avremo spazio nell’area avversaria, quindi dobbiamo essere fluidi e veloci nei movimenti. Tutto questo è mancato col Chievo: ci dobbiamo ricollegare per giocare una partita offensiva in maniera efficace. Spazi ce ne saranno pochi”.

Come ha visto gli attaccanti?
“Problemi davanti non ne abbiamo. La nostra media realizzativa è alta, ma il gioco d’attacco è determinato dal comportamento della squadra e dalla velocità dei passaggi. Individualmente si possono alternare diversi momenti di forma, contro il Chievo il problema non è dipeso dagli attaccanti”.

Potrebbe optare per un esterno basso più offensivo, domani?
“La presenza di Maksimovic è un dubbio che mi riservo di tenere fino a domani”.

L’urlo “The Champions” del San Paolo l’ha impressionata?
“E’ il più bello di tutti. Lo puoi sentire anche dal divano di casa”.

Il presidente della Stella Rossa parla di Napoli finalista in Champions. Che ne pensa?
“Molti sono sorpresi che stiamo competendo con squadre di altissimo livello. Fino a questo punto siamo stati una sorpresa e lo saremo ancora di più se riusciamo a passare il turno. Ma se non ci riusciamo, arrivati a questo punto, saremo dei coglioni”.

Tutte e quattro le italiane agli ottavi, sarebbe importante.
“L’Italia sta crescendo e lo ha dimostrato anche con la Nazionale, ci sono giovani che emergono. Uno di questi ce l’abbiamo noi ed è Insigne. Il ciclo difficile per l’Italia sta finendo”.

Il Napoli è considerato favorito domani.
“Non pensiamo a queste cose. Dobbiamo fare la nostra partita. La Stella Rossa è una squadra competitiva e lo ha dimostrato battendo il Liverpool”.

Cosa regalerebbe ai tifosi del Napoli, lo scudetto o la Champions?
“Che scelgano i tifosi. Non lo so. E’ una scelta difficile”.

Ha la percezione che la competizione in Champions sia più leale o corretta?
“Ultimamente la Champions è stata funestata da errori clamorosi, molto più del campionato italiano. Spero che arrivi presto il Var”.

Si aspetta una Stella Rossa diversa rispetto allo 0-0 di Belgrado?
“No, è una buona squadra. Noi dobbiamo essere all’altezza”.

ALLAN: “IL PARI COL CHIEVO CI SERVIRA’ DI LEZIONE” – “La partita col Chievo? Siamo ancora rammaricati per il pareggio, ma ci servirà di lezione per le prossime partite, a cominciare dalla Stella Rossa che difende molto bene: dovremo avere più intensità in campo per portare i tre punti a casa”. Allan era accanto ad Ancelotti nella conferenza stampa di vigilia di Napoli-Stella Rossa, e anche lui ha mostrato fiducia in vista dell’impegno europeo.

“Il passaggio del turno in bilico tra Psg, Napoli e Liverpool? In Nazionale abbiamo scherzato un po’ sia con Neymar che con i giocatori brasiliani del Liverpool sul nostro girone di Champions, così competitivo ed equilibrato – ha rivelato il brasiliano – Chiaramente ognuno portava acqua al proprio mulino, quindi ora pensiamo a noi e vediamo come finirà: che passi il migliore”.

 


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi