Nostalgia al Ciak con Shapiro e Vandelli – Musica


(ANSA) – MILANO, 30 GEN – Un tuffo nel passato con uno
spirito vigile sul presente: questo hanno proposto ieri sera
Shel Shapiro e Maurizio Vandelli nella tappa milanese al Teatro
Ciak del loro tour ‘Love & Peace’. Fin dall’introduzione animata
che richiama la guerra in Vietnam, l’effetto ‘macchina del
tempo’ è assicurato: effetto confermato dalla scaletta che,
lungo due ore e mezza, percorre canzoni che hanno dato forma e
suono agli anni ’60 e non solo (spicca ad esempio la cover di
‘Losing My Religion’ dei R.E.M.).
A partire da ‘Che colpa abbiamo noi’ Shapiro, Vandelli e la
band di cinque elementi si scambiano canzoni, duettano, si
aiutano (in particolare, Vandelli accusa una tracheite che però
non lo ferma dal cantare e scherzare) e soprattutto snocciolano
aneddoti passando in rassegna pezzi come ‘Tutta mia la città’,
‘Un angelo blu’, ‘Bang bang’, e rievocando le collaborazioni con
Battisti, Mogol e Dalla.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi