Odissea mamma siriana progetto Spielberg – Cinema


(ANSA) – NEW YORK, 30 OTT – Il dramma dei profughi in viaggio
verso l’Europa è al centro di un nuovo progetto di Steven
Spielberg e J.J. Abrams, con Lena Dunham come sceneggiatrice. La
autrice e protagonista di “Girls” adatterà per il grande schermo
la storia di sopravvivenza di una donna siriana raccontata nel
libro di Melissa Fleming “Più profondo del mare” (Piemme), “A
Hope More Powerful that the Sea”, portavoce dell’agenzia
dell’Onu per i rifugiati UNHCR. Spielberg e Abrams produrranno
il film che Amblin di Spielberg e Paramount dovrebbero
distribuire globalmente.
Il libro racconta il drammatico viaggio di una giovane madre,
Doaa Al Zamel, e dei suoi due bambini. Scappata dalla Siria
attraverso l’Egitto, Doaa aveva fatto naufragio ed era
sopravvissuta per quattro giorni in mare aperto reggendo i due
figli in braccio con il solo sostegno di un salvagente di gomma.
   
Lena Dunham all’epoca di “Girls” fu criticata per un cast tutto
di ragazze bianche e privilegiate. La sua scelta ha scatenato
critiche sui social.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/cinema_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi