Omicidio Pietra Ligure, parla Alamia – Cronaca


(ANSA) – SAVONA, 22 NOV – Nel processo per l’omicidio, il 7
aprile del 2017, della 21enne Janira D’Amato è il giorno della
prima deposizione di Alessio Alamia, il 21enne accusato di aver
ucciso con cinquanta coltellate la fidanzata: “Era una ragazza
stupenda, aveva la testa sulle spalle. Era bravissima e solare”,
ha dichiarato il giovane durante la deposizione in corte
d’assise.
   
“Non è vero che avevo fatto terra bruciata intorno a Janira”,
ha detto il 21enne di Pietra Ligure (Savona) imputato per
omicidio volontario premeditato. “Non è vero che l’ho
allontanata dal gruppo di amici, ma si è diviso poi per ragioni
di lavoro e perché tutti hanno preso strade diverse”, ha
aggiunto l’imputato che ha anche precisato che era “normalmente
geloso”.
   
Nella lunga deposizione, tutt’ora in corso, Alamia sta
ricostruendo i rapporti con Janira e i giorni precedenti
all’omicidio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi