Origini siciliane per ‘vero’ Shakespeare – Teatro


(ANSA) – PALERMO, 25 MAR – Chi era veramente l’autore delle
straordinarie opere di William Shakespeare? Una delle ipotesi
fa riferimento a John Florio, figlio di Michelangelo, un erudito
in esilio, scappato all’inquisizione da Messina prima di
approdare a Londra. Lì nasce John e sfrutta l’immensa cultura
classica del padre, e viene accolto dal conte di Southampton
insieme a un giovane attore, Will di Strafford. Saranno per
molti anni i protetti del potente aristocratico, abiteranno lo
stesso castello e la somma è presto fatta. L’unico possibile
vero autore delle meravigliose opere è John Florio. A sostenerlo
sono anche tre anglisti: Corrado Panzieri, Saul Gerevini, e
Giulia Harding. Il regista Stefano Reali, che condivide questa
tesi, sta preparando una fiction prodotta in Spagna che narra
non solo i rapporti tra Florio e Shakespeare, ma anche
l’incontro tra Miguel de Cervantes e John Florio avvenuto a
Messina mentre il genio spagnolo era ricoverato in ospedale dopo
il ferimento nella battaglia di Lepanto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi