Pellicanò, 30 anni in appello a Milano – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 17 OTT – La Corte d’Assise d’Appello di
Milano ha condannato a 30 anni Giuseppe Pellicanò, il
pubblicitario accusato di strage e devastazione per aver causato
un’esplosione nel suo appartamento in una palazzo di via
Brioschi nella quale, nel giugno 2016, morirono la sua ex
compagna Micaela Masella e una coppia di giovani vicini di casa
marchigiani, Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi, e rimasero
ferite gravemente le sue due bimbe. I giudici hanno quindi
ritoccato la sentenza di condanna all’ergastolo inflitta in
primo grado.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi