Piero Tosi, artigiano della bellezza – Cinema


(ANSA) – ROMA, 15 OTT – La lingerie di Sophia Loren in
“Matrimonio all’italiana”, l’abito da ballo di Claudia Cardinale
ne “Il Gattopardo”, e poi i costumi realizzati nei seminari,
veri capolavori di stoffa capaci di raccontare lo spirito di
un’epoca. È una storia di arte e artigianato, passione e
generosità la mostra “Piero Tosi. Esercizi sulla bellezza. Gli
anni del Csc. 1988-2016”, a Palazzo delle Esposizioni dal 16
ottobre al 20 gennaio, che celebra uno dei più importanti
costumisti del cinema italiano e il suo lavoro di docente per 28
anni a Roma, presso il Centro Sperimentale di Cinematografia –
Cineteca Nazionale. Nel percorso protagonisti sono i costumi
d’epoca, frutto prezioso dei seminari di costume, trucco e
acconciatura in cui Tosi approfondiva un preciso periodo
storico. In mostra anche le fotografie tratte dai film più
celebri, accanto a spezzoni di film e video e ai ritratti delle
allieve con i costumi dei seminari, nonché abiti di quattro
costumisti diplomati al Csc con Tosi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/cinema_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi