Pitti, entrano due sculture di Andreotti – Arte


(ANSA) – FIRENZE, 21 AGO – Due sculture in bronzo di Libero
Andreotti si aggiungono alle collezioni della Galleria d’arte
Moderna di Palazzo Pitti a Firenze. Sono ‘La venditrice di
limoni’ e il ‘Ritratto di Paola Ojetti’. Per l’occasione le due
opere, pluripremiate, sono esposte insieme alla ‘Natura morta
con sei Limoni’ del pittore piemontese Felice Casorati.
   
Acquistate dalle Gallerie degli Uffizi, le due opere di
Andreotti provengono dalla collezione del critico Ugo Ojetti,
che apprezzò particolarmente lo scultore e ne fu mecenate. I due
bronzi sono stati acquistati perché esempi mirabili della
bronzistica italiana del primo ‘900, inoltre ben rappresentano
il ruolo fondamentale di Ugo Ojetti nella definizione del
patrimonio artistico conservato alla Gam. “Le due opere – spiega
il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt – hanno
una storia documentale di grande interesse sia storico che
critico e avevano partecipato alle migliori rassegne espositive
dell’epoca”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi