Polonia, attivisti Greenpeace scalano la più grande centrale a carbone d’Europa


IN VISTA dell’apertura dei negoziati annuali sul clima delle Nazioni Unite, la Cop24, a Katowice, alcuni attivisti di Greenpeace hanno scalato la centrale a carbone di Belchatow, la più grande e inquinante d’Europa.

L’azione portata a termine all’alba è un appello dell’ong ambientalista alla comunità internazionale, dopo il rapporto Onu messo a punto dall’Intergovernmental Panel on Climate Change, che in ottobre ha chiarito che restano solo 12 anni per agire in modo decisivo sul cambiamento climatico se si vuole rimanere entro l’obiettivo dell’1,5 gradi Celsius di riscaldamento della Terra.

LEGGI  L’appello dei capi di Stato: fare tutto ciò che è umanamente possibile

Greenpeace chiede alla diplomazia ambientale – che a Katowice, nel cuore carbonifero della Polonia, dovrà fare il punto sugli accordi di Parigi – di assumersi “le proprie responsabilità, affrontare la crisi climatica globale e intraprendere azioni urgenti e immediate”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi