Prada horror-romantica come Frankestein – Moda


(ANSA) – MILANO, 13 GEN – È un mostro di umanità, come il
Frankenstein creato da Mary Shelley, con tutte le sue debolezze
e imperfezioni, e con un disperato bisogno di amore, l’uomo
immaginato da Prada per il prossimo inverno. Se la sfilata – tra
ambientazione lugubre e colonna sonora con brani come ‘Tainted
love’ di Marilyn Manson o presi in prestito da cult come ‘Rocky
horror picture show’ e ‘La famiglia Addams’ – rispecchia in modo
ironico l’immaginario dei film horror trash, il punto di
partenza è romantico “nell’attenzione all’umanità della vita
delle persone, anche le più neglette – dice Miuccia Prada – di
fronte alle grandi difficoltà di oggi”. La partenza dello show è
cruda, severa, ma poi in quella che Miuccia Prada chiama
scherzosamente la parte più “demente” della collezione, esplode
il caos: e sono “zainetti ridicoli, pieni di tutto e di più, di
uno che si porta il mondo sulle spalle”, spalle di peluche in
colori accesi sui pullover a trecce, charms ironici, orecchie di
pelo sui cappelli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi