Quanti miliardi vale la memoria? – Europe – Blog


Quanti miliardi di euro vale la memoria storica? La questione si pone guardando all’elenco dei Paesi che stanno creando maggiori difficoltà al salvataggio dell’euro. Tutti sappiamo che per decenni la Germania ha sentito di avere un debito morale, politico, ma anche economico verso un’Europa che aveva trascinato nella guerra e in larga misura distrutto: un’Europa che invece aveva aiutato i tedeschi a ricostruire la propria potenza. Senza quel senso di colpa, non avremmo avuto l’Unione europea e probabilmente neppure la moneta unica.
Oggi invece Germania, Austria, Slovenia, Finlandia e Slovacchia stanno creando enormi ostacoli al varo di una strategia di solidarietà che aiuti a salvare la moneta unica. Evidentemente si è persa la memoria storica non solo del dramma della seconda guerra mondiale, ma anche della solidarietà con cui l’Europa, alla fine della guerra fredda, ha aperto le sue frontiere ai Paesi dell’Est e li ha aiutati a superare una difficile transizione sia politica sia economica.
Si potrà obiettare, e non a torto, che né la gratitudine né i sensi di colpa sono legittimi parametri econometrici. Ma nessuna realtà sociale e politica può esistere solo sulla base di calcoli razionali. Senza identità comune, senza solideriatà e senza una memoria condivisa, non si costruisce nulla, neppure una moneta. E soprattutto non si riesce a preservarla.




http://bonanni.blogautore.repubblica.it/feed/

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi