Questore, Calabresi tra figure fulgide – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 17 MAG – E’ stata una cerimonia molto
partecipata, a Milano, quella per il 47mo anniversario
dell’omicidio del commissario Luigi Calabresi, ucciso nel
capoluogo lombardo il 17 maggio del 1972, e per la cosiddetta
‘strage della questura’ avvenuta nel corso della prima
commemorazione, nel 1973.
   
“La morte di Calabresi giunse dopo una campagna denigratoria
molto forte”, ha ricordato il questore di Milano, Sergio Bracco,
davanti alle massime autorità civili e militari. Sottolineando
che nella lotta al terrorismo “Milano ha pagato un contributo
altissimo” e descrivendo Calabresi come “un esempio di
dedizione, coraggio, altruismo, una delle più fulgide figure
della Polizia di Stato”. “Il nostro non odiare – ha detto la
vedova, Gemma Capra – è stato il modo migliore per riabilitarlo,
perché noi sapevamo chi fosse, ma gli italiani no”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi