Repubblica Democratica del Congo, Ebola: continua l’epidemia, aperto un nuovo Centro in area da 1 milione di abitanti


ROMA – Quasi sei mesi dopo la dichiarazione ufficiale dell’epidemia di Ebola nel Nord-Est della Repubblica Democratica del Congo (RDC) – il Nord Kivu – diverse équipe mediche, tra le quali in prima linea quelle di Medici Senza Frontiere (MSF), stanno ancora lottando per controllare la diffusione del virus. Finora, 640 persone sono state contagiate, di cui 373 sono decedute, in quella che è diventata la seconda peggiore epidemia di Ebola della storia, la prima in un’area dove, oltre tutto, è in corso un conflitto. Per rispondere ai sempre più numerosi casi provenienti dalla città di Butembo, che conta quasi 1 milione di abitanti, MSF ha costruito un nuovo Centro di trattamento e un nuovo Centro di transito, oltre a rafforzare le attività esistenti.

in riproduzione….

 
Un Paese nel “ghetto” della povertà. Tutto questo, mentre cresce tra la popolazione civile l’insicurezza dovuta alle tensioni sociali, all’indomani delle recenti elezioni presidenziali del 28 dicembre scorso, che hanno ulteriormente ristretto l’accesso della popolazione alle cure mediche nell’area di Beni, dove diversi centri sanitari sono stati danneggiati durante le proteste. Tutto questo rende i tempi di identificazione di nuovi casi ancora più complessa, mentre i centri sanitari ancora attivi sono sempre più sovraffollati, in un Paese – va ricordato – che sembra destinato nel “ghetto” della classifica Onu sullo sviluppo umano: al 176° posto su 188, dove la corruzione è radicata, la povertà è estesa in ampi settori della società, l’analfabetismo sembra ineliminabile soprattutto tra le donne, un terzo delle quali non sa né leggere né scrivere e dove nelle zone rurali solo l’1% della popolazione ha accesso all’elettricità.
 
Aumenta il rischio di contagio. “In questa situazione – dice Laurence Sailly, coordinatore dell’emergenza a Beni, un centro del Nord Kivu – le persone sono spesso costrette a cercare cure in strutture che non possono garantire un adeguato di triage, cioè una rapida e facile identificazione della patologia, né misure di prevenzione e controllo dell’infezione. Tutto ciò aumenta il rischio di contagio. Stiamo parlando di una popolazione già provata da molti anni di conflitto – ha aggiunto – che ora deve affrontare la più mortale epidemia di Ebola nella storia del paese. I disordini di queste settimane peggiorano la situazione, limitando la possibilità di trovare cure mediche adeguate”.
 
L’ampliamento di un centro e l’apertura di uno nuovo. Da quando è stata dichiarata l’epidemia, il 1° agosto scorso, MSF ha costantemente aumentato le proprie attività mediche per rispondere al numero crescente di casi confermati. Nelle ultime settimane, in particolare, le attività si sono concentrate nei distretti sanitari di Butembo, Katwa e Komanda, con l’ampiamento del Centro di trattamento Ebola a Butembo da 64 a 96 posti letto, l’apertura di un nuovo Centro di trattamento a Katwa, a Est di Butembo, che arriverà a 70 posti letto, e l’apertura del Centro di transito di Bwana Sura a Komanda, nella provincia di Ituri, dove sono stati identificati nuovi focolai.
 
La fiducia delle comunità colpite. “Con sempre più casi provenienti dalla popolosa città di Butembo – spiega Chiara Burzio, coordinatore medico di MSF a Katwa –  era necessario allestire un secondo Centro di Trattamento Ebola molto rapidamente. Allo stesso tempo, stiamo lavorando per garantire la fiducia delle comunità colpite. Abbiamo progettato il Centro di Katwa per offrire una migliore capacità di cura – ha aggiunto – ampie finestre consentono ai pazienti di vedere i volti dei medici e degli infermieri che si prendono cura di loro e rendono le visite dei familiari più agevoli, ristabilendo almeno in parte quel contatto umano che è così difficile mantenere nei Centri Ebola”.
 
Raggiungere le comunità è diventato ancora più difficile. Sensibilizzare le comunità sulle misure per controllare la diffusione del virus resta una sfida fondamentale ed è diventata una delle principali responsabilità delle équipe sul terreno. Raggiungere le comunità è diventato ancora più difficile dopo i disordini scoppiati dopo il posticipo delle elezioni a Beni e Butembo e le persone sono ancora più riluttanti ad accettare misure di prevenzione e controllo dell’infezione, come le sepolture sicure o la decontaminazione di case e centri sanitari. “Per vincere l’Ebola, i Centri di trattamento non bastano. Connettersi con le comunità e costruire fiducia reciproca è un’azione cruciale per controllare l’epidemia” – dice Roberto Wright, antropologo di MSF a Katwa – dobbiamo aumentare i nostri sforzi per coinvolgere la popolazione e renderla parte attiva nella lotta contro il virus. Per questo ascoltiamo anche i loro bisogni più ampi”.

Come sostenere l’azione di MSF. Le équipe di MSF stanno rispondendo all’epidemia di Ebola in Nord Kivu e nella vicina provincia di Ituri da quando è stata dichiarata il 1 agosto 2018. MSF gestisce Centri di trattamento Ebola nelle città di Butembo e Katwa, Centri di transito a Beni e Bwana Sura (distretto sanitario di Komanda) e un centro di isolamento a Bunia. MSF ha anche supportato la vaccinazione degli operatori in prima linea, e conduce attività di prevenzione e controllo dell’infezione, oltre che di sensibilizzazione tra gli operatori sanitari e le comunità colpite. È possibile sostenere l’azione di MSF contro l’Ebola .
 


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi