Ricordato ing. Taliercio ucciso da Br – Cronaca


(ANSA) – VENEZIA, 5 LUG- La figura dell’ing. Giuseppe Taliercio,
assassinato 38 anni fa dalle Brigate Rosse dopo 46 giorni di
prigionia, è stata ricordata in un capannone del Petrolchimico
di Porto Marghera, non distante dal quale fu fatto ritrovare il
corpo del dirigente dell’allora Montedison. “Quello di Giuseppe
Taliercio – ha ricordato Gianfranco Bettin – è stato un esempio
luminoso, che ha saputo seminare la buona notizia anche in un
momento particolarmente buio nella storia del nostro Paese,
riuscendo a rovesciare una tragedia in un messaggio di speranza
e di impegno”. Sull’importanza di trasmettere alle nuove
generazioni la storia e il senso di quegli anni bui, in cui
dilagava “l’assurdità di voler cambiare le cose uccidendo le
persone”, si è soffermato Cesare Taliercio, mentre il prefetto
di Venezia, Vittorio Zappalorto ha evidenziato come di fronte
alla tragica stagione degli anni di piombo gli italiani abbiano
reagito con forza, restando uniti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi