Rifiuti speciali, sequestri e denunce – Cronaca


(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 15 NOV – Un traffico illecito di
rifiuti speciali – con base operativa nell’area ionica reggina e
un giro di affari stimato in diversi milioni di euro – è stato
sgominato dai carabinieri nell’ambito di un’operazione condotta
con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria.
   
L’operazione, denominata “Dirty iron”, che ha visto impegnati
il Gruppo Carabinieri Forestale e il Comando provinciale
dell’Arma, ha portato al sequestro di due aziende, la Ferro Sud
srl e la Locafer srl di Siderno, operanti nel settore dei
rifiuti speciali. Trentasei le misure cautelari notificate ad
altrettanti indagati.
   
L’indagine, avviata nel 2013 e compendiata nelle informative
del Nucleo investigativo di Polizia ambientale, agroalimentare e
forestale dei carabinieri di Reggio, del Compartimento Polizia
ferroviaria e del Gruppo carabinieri di Locri, ha consentito di
individuare nella ditta Ferro Sud il fulcro del traffico
illecito di rifiuti speciali al quale hanno contribuito numerosi
soggetti terzi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi