Robin Hood affascina ancora oggi – Film


 Robin Hood è tornato. L’avventura dell’eroe che ruba ai ricchi per ridare ai poveri affascina da sempre, personaggio tra storia e leggenda. Oltre alle ballate inglesi e ai racconti anche il cinema lo ha reso popolare nel mondo. Ora una nuova rilettura cinematografica, in sala in questi giorni si propone di andare, almeno sulla carta, all’Origine della Leggenda. Otto Bathurst invece si prende tutte le libertà della fantasia in barba alla storia. Poco male perché il nuovo eroe della foresta di Sherwood è atletico, simpatico, beffardo e intrepido come si conviene. In più arruola per l’occasione anche un “mentore”, guerriero di mille battaglie, che lo affianca nella sfida allo sceriffo di Nottingham e alla corona inglese dell’usurpatore Giovanni. Solo gli anziani proveranno un pizzico di nostalgia per “Robin e Marian” con Sean Connery. Gli altri usciranno più che soddisfatti. Il protagonista è Taron Egerton con Jamie Foxx, Jamie Dornan, Paul Anderson, Ben Mendelsohn, Eve Hewson, Tim Minchin, Ulle Bjorn Bengtsson, Declan Hannigan, Roderick Hill, Josh Herdman, Yasen Atour. Al cinema la sua prima apparizione fu nel film muto Robin Hood and His Merry Men (1908). Una delle più famose è La leggenda di Robin Hood del 1938 con Errol Flynn. Del 1976 è invece Robin e Marian, con Sean Connery nel ruolo di Robin Hood e Audrey Hepburn nel ruolo di Marian. Più recenti sono Robin Hood – Principe dei ladri (1991), interpretato da Kevin Costner e Mary Elizabeth Mastrantonio e, sempre del 1991, Robin Hood – La leggenda (“Robin Hood” 1991) interpretato da Patrick Bergin e Uma Thurman. Non mancano neppure rivisitazioni in chiave comica come Robin Hood: un uomo in calzamaglia (Robin Hood: Men in Tights, 1993), per la regia di Mel Brooks interpretato da Cary Elwes. Nel Robin Hood della Walt Disney del 1973, i personaggi sono animali, tipici della produzione Disney. Nel 2010 infine è uscito Robin Hood per la regia di Ridley Scott.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi