Sabir, dal 16 al 19 maggio a Lecce il festival delle culture del Mediterraneo



ROMA. Il Mediterraneo ormai è diventato un muro, uno spazio di negazione dei diritti dove si contano a migliaia i cadaveri. Le persone che vogliono partire per l’Europa, in cerca di lavoro o di protezione, costrette da leggi e politiche europee a rivolgersi ai trafficanti e a chi gestisce i viaggi per attraversare le frontiere, rischiano la vita e sono sottoposte a trattamenti disumani e degradanti.
 

Dal 16 al 19 maggio Lecce proverà a dare risposte diverse con il festival Sabir, dedicato alle culture diffuse del Mediterraneo: Sabir, questo il nome della lingua franca dei marinai nei porti del mare che bagna l’Italia, rappresenta infatti uno spazio di riflessione, l’inizio di un’alleanza civica per ricostruire un linguaggio comune delle comunità che si affacciano su un mare comune.
 

Uno spazio costruito insieme a reti, associazioni, movimenti e organizzazioni sociali e sindacali, espressione di mondi diversi, proprio per praticare la condivisione e contaminazione culturale.
 

Giunto alla sua quinta edizione, il festival è promosso da ARCI, Caritas Italiana, ACLI e CGIL, con la collaborazione di ASGI, A Buon Diritto e Carta di Roma e con la presenza di molte reti e organizzazioni nazionali e internazionali.

“Mentre i governi e le istituzioni europee costruiscono muri e finanziano dittature ed eserciti per respingere milioni di persone e condannarle alla fame, alla morte o a subire trattamenti disumani e degradanti, – dice Filippo Miraglia, presidente di ARCS (Arci Culture Solidali) e dirigente nazionale Arci – la società civile, come incitava a fare Antonio Gramsci, studia, si organizza e si agita, collettivamente. Per un futuro del Mediterraneo più giusto”.
 

A pochi giorni dalle elezioni europee, in più di 80 eventi organizzati in uno dei centri storici più belli del bacino del Mediterraneo, convergeranno centinaia di militanti di reti e organizzazioni, operatori del diritto e sociali, giornalisti e esponenti delle ONG, dirigenti di quel terzo settore di cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha tessuto le lodi.
 

Il festival nasce a Lampedusa, nell’ottobre del 2014, a un anno dalla strage che vide la morte di 368 persone, diventata il simbolo delle stragi da frontiera alle quali siamo oramai assuefatti. È stato ospitato, dopo quella prima edizione, a Pozzallo nel 2016, Siracusa nel 2017 e a Palermo nel 2018. Quest’anno approda in quella Puglia che ed è stata, storicamente, protagonista di risposte civili, dal basso, all’arrivo dei migranti nel nostro Paese.
 


http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi