Sacchi, Pereira qui dopo 1/a Scala – Musica


(ANSA) – FIRENZE, 30 AGO – “I tempi e i modi di uscita dalla
Fondazione Teatro della Scala da parte del sovrintendente
Alexander Pereira” e di entrata “alla Fondazione del Maggio
Fiorentino saranno definiti dai due sindaci” Giuseppe Sala e
Dario Nardella, “credo che l’incarico di Pereira a Milano dovrà
per forza concludersi con l’apertura della Scala e dunque con la
tradizionale prima di Sant’Ambrogio”. Lo ha detto all’ANSA
l’assessore alla cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi,
soffermandosi sulla tempistica di arrivo a Firenze di Pereira.
“Lasciamo che – ha spiegato – il sindaco Nardella insedi il
Consiglio di indirizzo il 6 settembre e che i due presidenti
delle Fondazioni (Sala e Nardella, ndr) si parlino e concordino
la linea per le tempistiche relative all’ingresso a Firenze di
Pereira. Dopo la prima della Scala, che sarà un momento di
attenzione internazionale, ci sarà la possibilità” di decidere
“il giorno esatto in cui prenderà servizio”. “La proposta di
contratto – ha concluso – è cinque anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi