Satira e finzione in mostra a Palermo – Arte


(ANSA) – PALERMO, 24 GEN – Eccoli quei due leader che il 12
giugno 2018 firmarono uno storico incontro, da cui dipendono le
sorti del pianeta, ritratti in modo irriguardoso: Donald Trump
al centro di una tavola vuota da Ultima cena di Leonardo e di
fronte a lui Kim Jong-un che emerge come la Venere di Botticelli
con ai lati giocatori di basket. Sono solo due delle 19 enormi
stampe a colori di Max Papeschi nella mostra “Pyongyang
Rhapsody, The Summit of Love”, allestita al padiglione Zac dei
Cantieri culturali alla Zisa che si inaugura il 24 gennaio e
proseguirà da oggi fino al 24 marzo. Insieme alle stampe, c’è la
Pop art di Max Ferrigno (originario di Casale Monferrato) che
espone: 70 bandiere e due grandi tele. “Un carosello d’immagini
mostruosamente iconiche e farsesche. – affermano i promotori –
Al rimpallo delle immagini dei due leader fanno da contraltare
le bandiere della Nord Corea, rivisitate da Ferrigno, nelle
quali il simbolo del paese asiatico è tradotto in chiave
pop-erotica”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi