Scamarcio, io cattivo in Welcome Home – Cinema


(ANSA) – ROMA, 26 GIU – Un Riccardo Scamarcio davvero
stakanovista (“voglio lavorare tutti i giorni sul set”, dice
l’attore, quest’anno già a quota 8 film e intenzionato a battere
il record di 12 pellicole stabilito da Sordi nel 1954) e sempre
molto a-social quello che ha presentato a Roma ‘Welcome Home’,
thriller psicologico girato in Umbria con la modella e star del
web Emily Ratajkowski, Aaron Paul, il Jesse Pinkman di Breaking
Bad, e Francesco Acquaroli, il Samurai della serie Suburra, in
sala dall’11 luglio con Altre Storie e Minerva Pictures.
Per l’attore pugliese, che nel film di produzione americana è
un insospettabile cattivo, tanto lavoro. Sta girando a Roma
‘Gli infedeli’ di Stefano Mordini (da lui anche prodotto) e, a
marzo, sarà il Caravaggio di Michele Placido. Ancora per lui due
opere prime da girare in Puglia: un horror, ‘Fascinazione’, di
Domenico De Feudis e, ad ottobre, ‘Ciccio Paradiso’ di Rocco
Ricciardulli. Nel cassetto dei desideri dell’attore-produttore
anche la voglia di fare un film su Federico II.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi