“Schermo rotto solo dopo un giorno”, prime grane per il Samsung Galaxy Fold


ANCORA non è in vendita ma già fa parlare di sé, nel bene e nel male. Le prime segnalazioni di problemi al Galaxy Fold arrivano da mani esperte d’Oltreoceano e rimbalzano in rete con video che mostrano modelli in prova che si sono rivelati fragili. Ne descrive uno il reporter Dieter Bohn di The Verge, raccontando di avere riscontrato sul proprio “sample” (dispositivo da testare) dei piccoli rigonfiamenti tangibili sotto lo schermo flessibile, abbastanza prominenti da deformarlo, proprio in concomitanza della cerniera. Difetti che, secondo la ricostruzione di Bohn, potrebbero essere dovuti ad agenti esterni, se non a piccole parti del meccanismo stesso uscite dalle sedi. L’inconveniente, accaduto a soli due giorni dalla consegna e dopo 24 di uso dello smartphone, avrebbe compromesso lo schermo Oled pieghevole al punto da far richiedere al cronista una sostituzione del prodotto. “Qualsiasi cosa sia accaduta, non è perché l’ho maltrattato”, avvisa dispiaciuto il reporter ipotizzando che il pieghevole targato Samsung possa essere venuto a contatto con un residuo di argilla plasmabile utilizzata per tenerlo in posizione durante le riprese proprio lì dove ha il suo tallone di Achille.

Un sassolino nella scarpa, insomma. O meglio nella piega del primo modello di foldable in arrivo sul mercato, che in effetti dà ragionevoli preoccupazioni ed è ancora tutta da studiare. Mentre il prodotto in fase ancora chiaramente da perfezionare, rischia di inanellare problemi ancora prima di arrivare sugli scaffali dei negozi. Un’altra segnalazione arriva da Steve Kovach, dell’emittente Usa Cnbc, che in un tweet mostra il suo dispositivo con metà dello schermo pregiudicato da un evidente sfarfallio.

Diverso il caso di Mark Gurman di Bloomberg che racconta di avere visto invece spegnersi del tutto il display del suo Fold in prova da soli due giorni, reo però di avere volutamente rimosso quella che riteneva una pellicola protettiva. Cosa da non fare, come dimostra anche lo youtuber Marques Brownlee che ha avuto la stessa idea con il medesimo risultato. La pellicola altro non è infatti che una parte integrante dello schermo flessibile.

Le segnalazioni stanno già facendo discutere su possibili difetti di fabbrica con cui l’azienda sudcoreana si potrebbe trovare a fare i conti senza grandi margini di riscatto, soprattutto alla luce dello storico flop legato alla batteria incendiaria del Note 7. Ma è bene considerare che questi primi casi sono stati registrati su prodotti dati in prova nella settimana che separa le precede l’arrivo sul mercato Usa, previsto il 26 aprile. Samsung da parte sua non commenta, anche perché di test si tratta e non di prodotti acquistati.

in riproduzione….

In Italia, il Galaxy Fold sarà in vendita qualche giorno dopo – il 3 maggio – e nelle due ore del nostro test non ha mostrato alcun segno di cedimento. Ma è lì, tra schermo e cerniera, che l’attenzione resterà alta.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi