Sci, al via da Soelden la coppa del mondo: l’Italia riparte senza la sua stella


ROMA – Senza la sua stella azzurra, la stagione dello sci riparte questo fine settimana sui tremila metri del ghiacciaio austriaco di Soelden con il gigante femminile e maschile. Non ci sarà Sofia Goggia, la 25enne bergamasca campionessa olimpica di discesa a Pyeongchang 2018, alle prese con una frattura del malleolo della caviglia destra rimediata in allenamento una settimana fa a Hintertux, in Austria. Ne avrà per almeno due mesi e, presumibilmente, potrebbe tornare in gara per Cortina.

IL CALENDARIO DI COPPA DEL MONDO
 
“Sono dispiaciuta per questo incidente di percorso, chiaramente mi costringe a ridimensionare un po’ gli obiettivi per i quali mi ero mossa finora” ha detto Sofia all’indomani dell’incidente per poi spiegare, con un lungo post su Instagram, ingessata e con le stampelle, il suo nuovo orizzonte: “Non sono preoccupata ma serena nell’avversità. Che poi, non so manco se sia un’avversità … di certo, solo un passaggio nel mio percorso! E quindi, in conclusione: se la Velocità la si crea nella Solidità del Percorso dato dalla Lentezza della Crescita…. eccomi qui. Pronta per questa nuova sfida. Che altro non fa che aprirmi gli occhi, darmi nuovi punti di vista e nuovi spunti di crescita”. 
 

Quelli che cerca anche lo sci italiano, all’inizio di un anno importante che lo vedrà protagonista anche come paese ospitante (ben dieci gare sulle nostre montagne, sette per gli uomini e tre per le ragazze) e che culminerà coi mondiali di Are, in Svezia, a febbraio (5-17). La stagione passata si è conclusa con 26 podi complessivi della squadra in coppa del mondo oltre a due medaglie olimpiche: l’oro di Sofia, il primo in discesa nella storia dell’Italia cui poi è seguita anche la coppetta di discesa che mancava in azzurro da Isolde Kostner 2002; e il bronzo in Corea del Sud in gigante di Federica Brignone, 28 anni.
 
La milanese figlia d’arte (sua mamma è Ninna Quario ex valanga Rosa) ci sarà domani al cancelletto di partenza sul Rettenbach dove vinse per la prima volta in carriera (2015) e dove l’Italia ha in bacheca oltre al suo il successo di Denise Karbon nel 2007, un secondo posto con Deborah Compagnoni nel 1996, cinque terzi posti con Manuela Moelgg nel 2017 e 2010, Marta Bassino nel 2016, Denise Karbon nel 2009 e Deborah Compagnoni nel 1998. Brignone non è al massimo della forma, dopo un infortunio a metà agosto in allenamento (piccolo stiramento al legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro e una forte contusione ossea alla stessa gamba). Ma Fede è una combattente.
 
Tutte le ragazze dello sci lo sono: l’anno scorso sono state loro a trainare la nazionale. Goggia salita sul podio per nove volte in totale tra discesa, superG e gigante, con tre vittorie all’attivo tutte in velocità. Brignone vincente in tre specialità diverse in coppa (gigante, superG e combinata). Con loro due anche Nadia Fanchini nella cartolina 2017-2018 con la tripletta nella discesa di Bad Kleinkirchheim. Gli uomini in ombra: solo cinque podi l’anno scorso con un solo successo (Dominik Paris nella libera di Bormio), nessuna medaglia olimpica. I maschi cercano il riscatto.
 
In Austria, dove l’Italia conta in gigante solo un secondo posto con Manfred Moelgg nel 2012 e sempre un secondo posto con Massimiliano Blardone nel 2004, saranno otto gli azzurri domenica al via: il vecchio (36) Manfred alla 12esima partenza in carriera a Soelden, Roberto Nani, Riccardo Tonetti, Luca De Aliprandini e gli esordienti Giulio Bosca, Alex Hofer e Hannes Zingerle.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi