Sci, Coppa del Mondo: sorpresa Luitz nel gigante, Shiffrin detta legge anche nel SuperG


BEAVER CREEK (STATI UNITI) – Stefan Luitz vince a sorpresa lo slalom gigante di Beaver Creek valido per la Coppa del mondo di sci alpino. Negli Stati Uniti il tedesco conferma il primo posto conquistato nella prima manche sciando alla grande nella parte finale della pista e chiudendo con il tempo complessivo di 2’36″38, con 14 centesimi di vantaggio sul campione austriaco Marcel Hirscher. Terzo il sorprendente svizzero Thomas Tumler, rivelazione di giornata con il pettorale 48, che recupera addirittura diciotto posizioni e finisce davanti al norvegese Henrik Kristoffersen.

AZZURRI: TONETTI OTTAVO, 16° MOELGG – Il primo degli azzurri è Riccardo Tonetti, ottavo a 1″10 dal vincitore, mentre Manfred Moelgg chiude sedicesimo a 1″84 dopo una disastrosa seconda manche (era quinto al termine della prima prova) che ha penalizzato del resto tantissimi atleti.
Questo l’ordine di arrivo dello slalom gigante di Beaver Creek: 1. Stefan Luitz (Ger) 2’36″38, 2. Marcel Hirscher (Aut) +0″14, 3. Thomas Tumler (Sui) +0″51, 4. Henrik Kristoffersen (Nor) +0″67, 5. Loic Meillard (Sui) +0″84, 6. Matts Olsson (Swe) +0″90, 7. Mathieu Faivre (Fra) +0″91, 8. Riccardo Tonetti (Ita) +1″10, 8. Ted Ligety (Usa) +1″10, 10. Victor Muffat-Jeandet (Fra) +1″12; 16. Manfred Moelgg (Ita) +1″84.

COPPA DEL MONDO: IN TESTA FRANZ, 8° PARIS – Questa la classifica generale della Coppa del Mondo di 


Sci, Coppa del Mondo: sorpresa Luitz nel gigante, Shiffrin detta legge anche nel SuperG

Mikaela Shiffrin

SHIFFRIN PADRONA ANCHE DEL SUPER-G – La domenica dello sci sul fronte femminile ha regalato invece un’altra clamorosa impresa della campionessa statunitense Mikaela Shiffrin. A Lake Louise ha vinto anche il suo primo superG con il tempo di 1’19″41. A soli 23anni è la sua 46esima vittoria in Coppa in una carriera che la vede anche con tre titoli mondiali e due ori olimpici. Con questo successo in superG, la superlativa campionessa a stelle e strisce entra nel ristrettissimo club delle atlete capaci di vincere in tutte le discipline alpine (discesa, gigante, speciale, superG, combinata e per lei pure slalom parallelo). Si ritrova così nell’Olimpo dello sci con Annemarie Moser-Proell , Petra Kronberger, Janica Kostelic, Pernilla Wiberg, Anja Paerson, Tina Maze e Lindsey Vonn. Per la Shiffrin questa vittoria significa con 389 punti anche la solida guida della classifica generale di coppa del mondo di cui è del resto la detentrice.

SUL PODIO MOWINCKEL E REBENSBURG, PAURA PER WORLEY – Secondo posto in questo superG per la norvegese Ragnhild Mowinckel e in 1.20.18 e terzo per la tedesca Viktoria Rebensburg in 1.20.24. Miglior azzurra è stata Federica Brignone, 12/a in 1.20.57. Per l’Italia, con una discreta prova complessiva come impegno e carattere, ci sono poi Elena Curtoni 13/a in 1.20.66 , Nadia Fanchini 16/a in 1.20.71. Più indietro, Nicole Delago in 1.20.87, Francesca Marsaglia in 1.21.39, ed Anna Hofer in 1.21.91 In gara c’è stata una interruzione per la caduta della francese Tessa Worley: ha inforcato in cima ad un lungo e ripido muro ed è scivolata a valle per duecento metri. L’immediata apertura dell’air bag ha evitato danni. In un’altra caduta ha invece probabilmente riportato danni al ginocchio destro l’austriaca Christine Scheyer. La coppa del mondo torna ora in Europa: le ragazze saranno impegnate sabato e domenica prossima a St.Moritz, in Svizzera, con un superG ed uno slalom parallelo. Gli uomini in Francia, in val d’Isere , con gigante e speciale.

BRIGNONE: “BUONA PRESTAZIONE, NON IL RISULTATO” – “Sono contenta della prestazione, non del risultato”. Queste le parole con cui Federica Brignone commenta il 12° posto nel Super-G femminile di Lake Louise, in Canada. “E’ stata una gara positiva con buone sensazioni – ha dichiarato l’azzurra, come riportato dal sito della Federazione italiana sport invernali – Rimane il fatto che è mancato qualcosina, in realtà il tracciato non aveva nulla di difficile. Ho fatto i passaggi che avevo studiato durante la ricognizione, sono mancati quei tre decimi che avrebbero fatto la differenza e permesso di salire sul podio”.

ORDINE D’ARRIVO: CURTONI 13ESIMA – Ecco l’ordine di arrivo del Super-G femminile di Lake Louise, Canada. 1. Mikaela Shiffrin (Usa) 1’19″41, 2. Ragnhild Mowinckel (Nor) +0″77, 3. Viktoria Rebensburg (Ger) +0″83, 4. Ramona Siebenhofer (Aut) +0″84, 5. Valerie Grenier (Can) +0″88, 6. Romane Miradoli (Fra) +0″90, 6. Anna Veith (Aut) +0″90, 8. Lara Gut-Behrami (Sui) +0″98, 9. Stephanie Venier (Aut) +1″00, 10. Ilka Stuhec (Slo) +1″07; 12. Federica Brignone (Ita) +1″16, 13. Elena Curtoni (Ita) +1″25, 16. Nadia Fanchini (Ita) +1″30, 18. Nicol Delago (Ita) +1″46, 25. Francesca Marsaglia (Ita) +1″98, 34. Anna Hofer (Ita) +2″50.

IN CLASSIFICA L’AMERICANA HA FATTO IL VUOTO: 1. Mikaela Shiffrin (Usa) 489 punti, 2. Michelle Gisin (Sui) 251, 3. Nicole Schmidhofer (Aut) 224, 4. Federica Brignone (Ita) 223, 5. Ragnhild Mowinckel (Nor) 214, 6. Petra Vhlova (Svk) 196, 7. Wendy Holdener (Sui) 161, 8. Tessa Worley (Fra) 145, 9. Frida Hansdotter (Swe) 142, 10. Viktoria Rebensburg (Ger) 138; 22. Nicol Delago (Ita) 70, 28. Irene Curtoni (Ita) 64; 35. Nadia Fanchini (Ita) 51; 44. Irene Curtoni (Ita) 30; 48. Marta Bassino (Ita) 24; 54. Francesca Marsaglia (Ita) 18; 63. Chiara Costazza (Ita) 12.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi