Soldi per permessi soggiorno, arrestato – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 26 FEB – Un poliziotto dell’Ufficio
immigrazione della questura di Milano, sua moglie cinese e un
connazionale di quest’ultima sono stati arrestati per corruzione
e falso nell’ambito di un’indagine della Squadra Mobile
sull’emissione di permessi di soggiorno.
   
L’agente di 50 anni, in servizio all’Ufficio da almeno 10, è
stato arrestato questa mattina su ordinanza di custodia
cautelare, la moglie e l’altro cinese non sono stati ancora
rintracciati. Nel provvedimento ci sono anche 18 obblighi di
firma per i corruttori, tutti cittadini cinesi residenti in
diverse città italiane.
   
Il gruppo aveva un tariffario preciso, a seconda della
tipologia del documento i prezzi variavano tra i 5 e gli 8mila
euro. I colleghi che hanno arrestato l’agente infedele gli hanno
sequestrato una villetta in zona Famagosta e un’altra nel
quartiere De Angeli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi