Sospetto ‘morbo mucca pazza’,40 indagati – Cronaca


(ANSA) – RAVENNA, 20 MAG – L’autopsia di una 59enne ravennate
morta il 5 maggio scorso all’ospedale di Ravenna per un sospetto
caso di Creutzfeldt-Jakob, una cui variante è meglio nota alla
opinione pubblica come ‘morbo della mucca pazza’, è stata
eseguita oggi all’obitorio dell’ospedale ‘Bellaria’ di Bologna.
   
Una precauzione chiesta dal Pm ravennate Monica Gargiulo
nell’ambito dell’indagine che vede 40 persone tra medici e
paramedici indagati per omicidio colposo distribuiti tra i
reparti di Malattie Infettive e Neurologia dell’ospedale di
Ravenna (tutti quelli venuti a contatto con la paziente).
La patologia, una malattia neurodegenerativa rara, colpisce
in forma sporadica. Ma il contagio può avvenire anche per
ingestione di materiale infetto: da qui le precauzioni speciali
a cui sono stati chiamati gli anatomo-patologi Carmine Gallo e
Irene Facchini, esperti nella diagnosi del morbo, incaricati
dalla Procura ravennate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi