Spider-Man, tra mito e fake news – Cinema


(ANSA) – ROMA, 7 LUG – Passare dal considerarsi un
amichevole Spider-man di quartiere a venerato simbolo della
lotta al male, ruolo che era del suo mentore, Tony Stark – Iron
Man, si rivela più complesso del previsto per l’Uomo Ragno
versione Tom Holland, in Spider-man: Far From home di Jon Watts,
dal 10 luglio in sala con Warner Bros. Dopo l’anima epica (e i
lutti) di Avengers: Endgame non era facile, sulla carta, tornare
alla leggerezza del primo film monografico del nuovo corso,
Spider-man: Homecoming (2017).
La soluzione è stata costruire la storia intorno a una gita
scolastica in Europa (Venezia compresa, con Mina in colonna
sonora), della classe del teenager Peter. Tra visite ai musei e
sentimenti da rivelare all’amica Gm (Zendaya) Peter si ritrova
‘arruolato’ da Nick Fury (Samuel L. Jackson), per affiancare un
nuovo supereroe, il carismatico Mysterio (Jake Gyllenhaal) nel
combattere creature gigantesche e letali. Una missione che
porterà l’Uomo ragno ad invischiarsi in una rete di quanto mai
attuali fake news.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi