Statua Sant’Oronzo spostata per restauro – Arte


(ANSA) – LECCE, 28 NOV – La statua di Sant’Oronzo, collocata
su una colonna alta circa 29 metri, in piazza Sant’Oronzo, a
Lecce, fra una settimana sarà spostata nell’androne della sede
del Comune per dare la possibilità agli addetti ai lavori di
proseguire il restauro che si è dimostrato più complicato di
quanto si pensasse. L’autorizzazione allo spostamento è stata
deliberata dalla Giunta Comunale. La colonna venne eretta in
segno di gratitudine a sant’Oronzo, a cui la città attribuì la
sua preservazione dalla peste diffusasi nel 1656 nel Regno di
Napoli. Il monumento venne realizzato utilizzando i rocchi
crollati dello stelo marmoreo di una delle due colonne romane
che erano poste al termine della Via Appia a Brindisi. I lavori,
iniziati nel 1666 furono ben presto sospesi a causa della
mancanza di fondi. Ripresi nel 1681 furono ultimati cinque anni
dopo. E furono guidati dall’architetto leccese Giuseppe Zimbalo.
   
Il restauro interessa sia la colonna che la statua.
A seguito della relazione relativa alle indagini diagnostiche
propedeutiche al restauro della statua (relazione trasmessa
dalla ditta Colaci Emilio Impianti e Restauri srls, a firma del
Prof. Alfredo Castellano nel Laboratorio di Archeometria e
Fisica dell’Ambiente dell’Università del Salento) è emersa una
situazione di precarietà statica del manufatto. La struttura
lignea portante posta all’interno della statua infatti non è più
in grado di garantire la consistenza e la staticità della statua
stessa e necessita di lavori di consolidamento dell’ossatura
interna che richiedono lo spostamento dalla sommità della
colonna in un sito adeguato. L’amministrazione comunale ha
quindi indicato come possibile sito il Palazzo di Città
ottenendo, lo scorso 23 novembre, l’autorizzazione da parte
della Sovrintendenza.”Siamo felici – afferma il vicesindaco e
assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci -di poter
accogliere la statua del Santo patrono nella casa comunale,
fatto questo che permetterà un coinvolgimento dei cittadini che
potranno ammirarla e seguire da vicino le operazioni di
restauro”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi