Stolkerizza il condominio, a processo – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 26 OTT – Avrebbe causato “gravi disturbi
psichici” ad una coppia di vicini, dormendo e “bivaccando”
davanti alla loro porta e minacciandoli in più occasioni, e
avrebbe infastidito anche gli altri residenti del condominio,
situato nella cosiddetta ‘chinatown’ di Milano, arrivando
addirittura a chiudere il rubinetto dell’acqua condominiale con
un lucchetto. Con l’accusa di stalking è finito a processo,
davanti al giudice Luigi Varanelli, un 64enne di origine
egiziana, arrestato lo scorso settembre e difeso dal legale
Enrico Belloli.
   
Stando all’imputazione, l’uomo in più occasioni avrebbe
dormito e bivaccato “sul ballatoio e sulle scale condominiali
che conducono all’abitazione dei coniugi, bagnando la porta
della loro abitazione” con dell’acqua e “proferendo espressioni
minacciose”. Inoltre, avrebbe anche pedinato i due provocando
loro “un grave e perdurante stato di ansia e di paura”. Oggi il
giudice ha deciso di disporre per l’imputato una perizia
psichiatrica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi