Talpe Messina Denaro, in cella 2 cc – Cronaca


(ANSA) – PALERMO, 16 APR – Due investigatori, il tenente
colonnello Marco Zappalà, carabiniere in servizio alla Direzione
investigativa antimafia di Caltanissetta, e Giuseppe Barcellona,
un appuntato in forza alla Compagnia di Castelvetrano, sono
stati arrestati con l’accusa di favoreggiamento alla mafia e
accesso abusivo al sistema informatico. Per la Procura di
Palermo hanno passato informazioni su inchieste in corso a
carico del boss latitante Matteo Messina Denaro. In carcere
anche l’ex sindaco di Castelvetrano Antonio Vaccarino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi