Tangenti: patteggia ex Dg Arca Puglia – Cronaca


(ANSA) – BARI, 16 MAG – Il gup del Tribunale di Bari ha
omologato i patteggiamenti tra i 2 anni e i 18 mesi di
reclusione (pena sospesa) per tre dei quattro imputati per i
quali la Procura aveva chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito
del procedimento su un presunto giro di tangenti in cambio di
appalti dell’Arca Puglia, l’azienda regionale che gestisce le
case popolari, costituita parte civile. In particolare per l’ex
direttore generale dell’Arca, Sabino Lupelli, è stata ritenuta
congrua la pena di 2 anni, con l’attenuante della collaborazione
e dopo aver risarcito l’Arca con 30mila euro.
   
Per gli imprenditori baresi Antonio Lecce e Massimo Manchisi
sono stati omologati i patteggiamenti a 1 anno e 6 mesi di
reclusione, con l’attenuante della collaborazione per Manchisi.
   
Nei confronti di un terzo imprenditore, il docente universitario
Dante Mazzitelli, è stato disposto il rinvio a giudizio. Il
processo inizierà il 30 ottobre dinanzi al Tribunale di Bari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi